e-mail: traduzioni@bttrans.it   |   Telefono: +39 338 4481334

Creare termini ed espressioni mai esistiti prima? Nessun problema!

Lavoriamo nel settore linguistico da 17 anni ma di recente ci è capitata una sfida. Uno dei nostri maggiori clienti ha richiesto un incontro di persona riguardo alla traduzione di alcuni termini ed espressioni tecniche perché volevano essere sicuri che noi traducessimo rimanendo fedeli alla terminologia da loro usata internamente.
 
L’incontro è durato quattro ore circa (qualcuno potrebbe pensare che sia stato noioso ma in realtà questo incontro per noi, fanatici della lingua, è stato estremamente interessante). All’incontro hanno partecipato due dei loro ingegneri e due esperti di terminologia linguistica della Business Team Translations con il compito di analizzare una lista interminabile di termini tecnici riguardo alle linee di assemblaggio. Il nostro obiettivo comune era quello di produrre traduzioni che fossero soprattutto precise ed attinenti rispetto al campo di applicazione.
 
Da subito ci siamo resi conto che la sfida era davvero ardua perché la maggior parte delle espressioni da tradurre non erano mai esistite nella lingua target prima di allora! Quello che loro ci chiedevano esattamente era di creare nuovi termini tecnici speciali che loro potevano usare internamente. Lasciarli invariati in lingua inglese non sarebbe stata la soluzione giusta, dal momento che gli operatori non potevano capire nessun altra lingua a parte la loro lingua madre.
 
Sapevamo che la procedura di installazione di quelle linee di assemblaggio dipendeva dalla nostra traduzione. Se gli operatori avessero frainteso o avessero interpretato male il significato dei nuovi termini creati da noi, avremmo dovuto affrontare delle conseguenze molto serie. Infatti gli eventuali arresti delle linee di assemblaggio non programmati costano 10 volte di più rispetto alla manutenzione ordinaria pianificata, per non parlare poi di altri possibili danni collaterali.
 
Sapevamo anche che quando si tratta di traduzione tecnica, bisogna chiamare le cose con il loro nome specifico. Non è come il gergo del marketing dove si preferisce la creatività. Alla base della traduzione tecnica c’è la precisione nella traduzione. Infatti la maggior parte dei documenti tecnici riguardano cose misurabili senza alcun significato secondario.
 
Infine non avevamo scelta, dovevamo creare un nuovo dizionario coniando dei termini nuovi per quegli operatori che svolgevano una funzione primaria nell’installazione e nel far funzionare le linee di assemblaggio. Da questa esperienza abbiamo imparato che anche la creazione di nuovi termini può far parte del processo di traduzione 🙂 abbiamo aggiunto qualcosa di interessante e di prezioso al nostro portfolio: la trans-creazione, a sfondo tecnico.

Other Posts